Le partiture sono utilizzabili a soli fini didattici o di ricerca scientifica e senza scopo di lucro.
(art. 70, c. 1, L. 22 aprile 1941, n. 633, introdotto dalla L. 9 gennaio 2008, n.2, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.21 del 25 gennaio 2008)

Cerca nella bacheca

Caricamento in corso...

lunedì 23 aprile 2007

L'uccellino del bosco

(Nigra 95)
L'argomento di questa breve canzone, come pure il suo modo di procedere per domande e risposte, sono della piú schietta indole popolare. L'uccellino del bosco, a cui la musa popolare confida cosí sovente i suoi secreti, prende il volo e va a posarsi sulla finestra della bella. Che cosa le porta? Una lettera. E la lettera che cosa dice? Dice che si mariti. Ma la donna risponde che si è maritata ieri e che oggi già se ne pente. Compara la sua vita presente alla passata, e conchiude con un'acclamazione alla libertà.
La canzone è sparsa in tutta l'alta Italia. Una lezione d'Oleggio (dialetto lombardo) fu raccolta da Domenico Buffa e pubblicata da Oreste Marcoaldi nel 1855, poi una veneta fu raccolta da G. Widter e pubblicata da Adolfo Wolf, una veneziana fu pubblicata da Giu­seppe Bernoni, una monferrina e una emiliana da Giuseppe Fer­raro In tutte vi è identità sostanziale e spesso formale.
Da "Canti popolari del Piemonte" - Costantino Nigra - Einaudi
---
---
---
Partiture:
sette armonizzazioni tutte per coro a voci virili
---
una veneta
arm. Loris tiozzo
TTBB
---
una trentina
arm. Paolo Bon
TTBB
---
una emiliana
arm. Giorgio Vacchi
TTBB
---
un'altra veneta
arm. Giorgio Vacchi
TTBB
---
un'altra trentina
arm. Luigi Pigarelli
TTBB
---
una piemontese
arm. Gianni Malatesta
TTBB
---
ancora Veneto
arm. Gianni Malatesta
TTBB
::::::::::::::::::::

Nessun commento:

Posta un commento